Prevenzione incendi. Definizione e controllo dei requisiti prestazionali alla luce del D.P.R. 151/2011.pdf

Prevenzione incendi. Definizione e controllo dei requisiti prestazionali alla luce del D.P.R. 151/2011

Antonio M. Lommano

Dal 7 ottobre 2011 il C.P.I. (Certificato di Prevenzione Incendi) non è più necessario. La recentissima introduzione della S.C.I.A. (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) anche per lautorizzazione ai fini antincendio rappresenta una novità storica nel settore perché libera i Vigili del Fuoco dal peso dei controlli sulle attività minori e permette loro di dedicarsi con maggiore attenzione a quelle più complesse e rischiose. In questo quadro mutato la figura del tecnico antincendio diventa cruciale. Al professionista sono necessarie competenze specifiche in materia di progettazione di layout, di architettura tecnica di dettaglio, di resistenza al fuoco delle strutture, di impianti tecnologici generali e speciali. Ma non basta. Egli deve anche sapere utilizzare tutte queste competenze allinterno di un processo formale ben definito e articolato garantendo della bontà del risultato finale. Lobiettivo del libro, oltre a evidenziare luci e ombre della nuova procedura, è quello di offrire al professionista una serie di strumenti utili per verificare le prestazioni antincendio delle attività soggette. Questo gli permetterà di raggiungere una rilevante consapevolezza sulla conformità di tutti gli aspetti, prima di procedere alla sottoscrizione dellasseverazione.

D.P.R. 01/08/2015 n. 151 “Regolamento recante semplificazione della disciplina dei procedimenti relativi alla prevenzione incendi, a norma dell’art. 49 c4 -quater, decreto legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122” Il Codice di prevenzione incendi Il d.m. 3 agosto 2015 “Approvazione di norme tecniche di prevenzione incendi, ai sensi dell’articolo 15 del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139 - G.U

5.96 MB Dimensione del file
8838771707 ISBN
Prevenzione incendi. Definizione e controllo dei requisiti prestazionali alla luce del D.P.R. 151/2011.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.rochefinance.com.au o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Prevenzione incendi. Definizione e controllo dei requisiti prestazionali alla luce del D.P.R. 151/2011. Prevenzione incendi. Definizione e controllo dei requisiti prestazionali alla luce del D.P.R. 151/2011… FAST FIND : NN14675 ITA Antincendio edifici sottoposti a tutela Lett. Circ. Min. Interno 15/03/2016, n. 3181 Linea guida per la valutazione in deroga dei progetti di edifici sottoposti a tutela ai sensi del d.lgs. 22 gennaio 2004 n. 42, aperti al pubblico, destinati a contenere attività dell'allegato 1 al D.P.R. 151/2011.

avatar
Mattio Mazio

Con l'entrata in vigore il 7 ottobre 2011 del nuovo regolamento di prevenzione incendi di cui al . D.P.R. 1 agosto 2011, n. 151, le “attività commerciali” (e simili) sono ricompresi al 69. punto dell’allegato I al decreto, con una diversa formulazione rispetto a quanto previsto dal vecchio elenco del D.M. 16/2/1982. 1) Dall'esame del DPR n.151/2011 e in particolare dell'art. 4, commi 2 e 3, si deduce che per le attività di categoria A e B non viene rilasciato il certificato di prevenzione incendi (CPI); al più, in caso di visita di controllo, a richiesta, viene rilasciato il verbale di tale visita; invece per le

avatar
Noels Schulzzi

Terzo seminario del ciclo “AGGIORNA…menti”: Venerdì 23 marzo 2012, dalle ore 13,30 alle ore 17,30, sul tema: “IL NUOVO REGOLAMENTO DI SEMPLIFICAZIONE DELLA NORMATIVA DI PREVENZIONE INCENDI – D.P.R. 151/2011” presso il Centro Congressi Interbrennero a Trento, Via Innsbruck 13/15. Relatore l'ing. Prevenzione incendi: adottate le disposizioni transitorie per l'installazione e l'esercizio di contenitori-distributori, ad uso privato, per l'erogazione di carburante liquido di categoria C. Approfondimento nella sezione Area Riservata - Circolare n. 13 del 25/05/2018 (Studio PAS) DM 19 MAGGIO 2017 N. 215 - FISSAGGIO DEL CARICO

avatar
Jason Statham

Definizione e controllo dei requisiti prestazionali alla luce del D.P.R. 151/2011 PDF Kindle Procedura avanzata e assiomi PDF Online Profumava di viole PDF Download Con l'entrata in vigore il 7 ottobre 2011 del nuovo regolamento di prevenzione incendi di cui al . D.P.R. 1 agosto 2011, n. 151, le “attività commerciali” (e simili) sono ricompresi al 69. punto dell’allegato I al decreto, con una diversa formulazione rispetto a quanto previsto dal vecchio elenco del D.M. 16/2/1982.

avatar
Jessica Kolhmann

Prevenzione incendi. Definizione e controllo dei requisiti prestazionali alla luce del D.P.R. 151/2011, Libro di Antonio M. Lommano. Spedizione con corriere a solo 1 euro. Acquistalo su libreriauniversitaria.it! Pubblicato da Maggioli Editore, collana Professione in tasca, … Definizione e controllo dei requisiti prestazionali alla luce del D.P.R. 151/2011 Dal 7 ottobre 2011 il C.P.I. (Certificato di Prevenzione Incendi) non è più necessario.