Il concetto dellangoscia.pdf

Il concetto dellangoscia

Søren Kierkegaard

È difficile qualificare con esattezza il metodo seguito da Kierkegaard: la sua dichiarazione di voler fare unicamente unindagine psicologica sulla natura del peccato originale va presa con cautela. La trattazione tocca di volta in volta i vari campi interessati al problema: la teologia dogmatica, la metafisica, la fenomenologia o psicologia in senso proprio. Ma se si deve dichiarare una dominanza, essa va attribuita alla metafisica tenendo presente allinizio lorigine teologica del problema (il dogma del peccato originale) e gli spunti biblici della sua potente analisi fenomenologica (la tentazione, il demoniaco...) che operano continuamente in ogni punto del trattato. Langoscia è il presupposto del peccato originale rispetto alla caduta di Adamo ed Eva, come lo è per la caduta nel peccato di ogni loro discendente. Il suo oggetto è il nulla ed è lavvertenza di questo nulla che rivela alluomo di essere una sintesi di anima e corpo nello spirito. Se langoscia può essere occasione di caduta e di perdizione, può anche e deve essere, con la sua scoperta degli orrori del peccato, una tappa per incamminarsi verso il bene e la salvezza: il più spaventoso e pericoloso di questi orrori è la tentazione del suicidio, ma luomo ha in sua mano un punto solido a cui ancorarsi, ed è precisamente la fede che mette in fuga ogni angoscia e rende possibile il dispiegamento positivo delle energie dello spirito per accostarsi a Dio. (Dallo scritto di Cornelio Fabro)

Kierkegaard: Angoscia, Disperazione, Fede La possibilità è la categoria fondamentale dell'esistenza. La condizione di insicurezza, di inquietudine e di travaglio connessa a questa categoria è l'oggetto dei due scritti che, accanto alle "Briciole" e alla "Postilla", costituiscono il nucleo più prettamente filosofico del pensiero di Soren Kierkegaard: "Il concetto dell'angoscia" (1844) e "La

5.93 MB Dimensione del file
8867233858 ISBN
Il concetto dellangoscia.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.rochefinance.com.au o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Il concetto dell'angoscia. Semplice riflessione per una dimostrazione psicologica orientata in direzione del problema dogmatico del peccato originale è un'opera del filosofo Søren Kierkegaard, pubblicata con lo pseudonimo di Virgilius Haufniensis il 17 giugno 1844, lo stesso giorno di Prefazioni di Nicolaus Notabene e quattro giorni dopo le Briciole filosofiche di Johannes Climacus. Il filosofo danese sviluppa questa teoria in particolare in due opere: Il concetto dell’angoscia (1844) e La malattia mortale (1849). Spiegazione Nel Concetto dell’angoscia , Kierkegaard definisce l’angoscia come il sentimento costitutivo del rapporto dell’uomo col mondo .

avatar
Mattio Mazio

Il concetto dell'angoscia. Semplice riflessione per una dimostrazione psicologica orientata in direzione del problema dogmatico del peccato originale è ... Il concetto dell'angoscia, Libro di Søren Kierkegaard. Spedizione con corriere a solo 1 euro. Acquistalo su libreriauniversitaria.it! Pubblicato da SE, collana ...

avatar
Noels Schulzzi

28 feb 2020 ... Egli ha sviluppato questa teoria in particolare in due opere: Il concetto dell' angoscia (1844) e La malattia mortale (1849). La diffusione del ...

avatar
Jason Statham

2020-5-19 · Il termine angoscia è stato utilizzato per la prima volta in termini filosofici da Søren Kierkegaard (1813–1855), con il quale il pensatore danese identificò la condizione preliminare dell'essenza umana, che emergeva quando l'uomo si poneva davanti ad una scelta: la libertà sconfinata di scelte che l'uomo può operare, lo getta in preda all'angoscia, conscio delle responsabilità

avatar
Jessica Kolhmann

​Nella tradizione filosofica il termine angoscia è stato introdotto dal filosofo Kierkegaard con la sua opera "Il concetto dell'angoscia" (1844). Con tale concetto ...