Film e spettatore. Dalla percezione alla fascinazione.pdf

Film e spettatore. Dalla percezione alla fascinazione

Diana Giordano

Il rapporto film-fruitore, fatto di identificazione e distanze, continua a sedurre studiosi e cinofili chiamando in causa le conoscenze della semiotica, della psicanalisi e della psicofisiologia di cui Barthes, Metz, Fornari, si fanno portavoce testimoniando una tendenza che vuole allargare i confini di competenza delle varie discipline. Questo libro raccoglie i contributi più eterogenei per guardare oltre il visibile e mettere in evidenza motivazioni e connotazioni preziose dellaffascinante avventura della visione, ma è anche un invito alla ricerca. Tre capitoli incastrati come dissolvenze incrociate per esplorare unavventura intellettuale quasi al limite della coscienza.

Nella seconda parte, quando il film vira su atmosfere più oscure, il tema iniziale tende a ripetersi in infinite varianti e se da un lato si fissa indelebilmente nell'orecchio dello spettatore, dall'altro manca di quella varietà tematica che aveva contraddistinto, ad esempio, le musiche di Mononoke, più incisive nei registri drammatici.

1.28 MB Dimensione del file
8887058512 ISBN
Gratis PREZZO
Film e spettatore. Dalla percezione alla fascinazione.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.rochefinance.com.au o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Da Parasite a The Irishman passando per Marriage Story: ecco i migliori film del 2019

avatar
Mattio Mazio

La recensione di Irréversible, il film scandalo di Gaspar Noé presentato al Festival di Cannes 2002 con l’allora coppia Monica Bellucci e Vincent Cassel. L’idea di base di uno dei più grandi stilisti viventi, che con le sue mise ha sempre strizzato un occhio al cinema (gli abiti degli ultimi tre Bond sono curati da lui in persona), parte dal romanzo di Christopher Isherwood ed il suo Un uomo solo ed attraversa un giorno della vita del professore inglese George…

avatar
Noels Schulzzi

La recensione di Irréversible, il film scandalo di Gaspar Noé presentato al Festival di Cannes 2002 con l’allora coppia Monica Bellucci e Vincent Cassel.

avatar
Jason Statham

Film come arte è una raccolta di saggi scritti da Rudolf Arnheim che risalgono al decennio 1930-1940; divisa in cinque parti, precedute da una nota personale dell'autore, fu tradotta in italiano nel 1960. Essa contiene: Estratti riveduti da Film, coincidente con la traduzione di alcuni passi da Film als Kunst ("Film come arte"), opera scritta e pubblicata in Germania nel 1932;

avatar
Jessica Kolhmann

17 mar 2017 ... Un'analisi della relazione film/spettatore, alcuni psicologi e teorici del ... dello spettatore è proporzionata alla distanza della macchina da presa, più ... del flusso PECMA» (percezione, emozione, cognizione, azione motoria). rispondere alle aspettative di una nuova percezione di genere e, soprattutto, di un ... il film veicoli; dall‟altro, indaga il rapporto fra schermo e spettatore, ... sfuggire alla sua fascinazione, può anche scoprire di «godere segretamente, quasi.